Financial Brand Innovation: comunicare l'innovazione finanziaria

Aifin

Un’efficace comunicazione dell’innovazione è fondamentale per differenziare i brand anche nel settore bancario, assicurativo e finanziario.

Ci sono tante aziende che dichiarano di innovare e diverse che sono realmente molto innovative, ma ce ne sono relativamente poche che sono percepite e riconosciute dal mercato come le più innovative. Cosa può fare la differenza? La comunicazione dell’innovazione.

Questo avviene anche nel settore bancario, assicurativo e finanziario. A dichiararlo è Sergio Spaccavento – Presidente di AIFIn, il Think Tank che da oltre 15 anni promuove la cultura dell’innovazione finanziaria in Italia.

La comunicazione dell'innovazione non è separabile dall'innovazione stessa, anzi ne rappresenta un fattore assolutamente chiave. La capacità di portare un’innovazione sul mercato, se non addirittura di stimolare lo sviluppo di un nuovo mercato, dipende molto anche dall’efficacia della comunicazione.

Oggi spesso la parola innovazione è una vera e propria "buzzword" sempre più utilizzata dalle aziende di qualsiasi settore, anche quando non sono particolarmente innovative.

Ancora meno chiaro è il significato dato all’innovazione nell'industaria bancaria, assicurativa e finanziaria. Dalle ricerche di MarketLab – Financial Marketing & Research – emerge come non solo le parole associate al termine “innovazione” cambino nel tempo da parte dei manager del settore intervistati, ma anche quelle utilizzate dalla clientela per sintetizzare la percezione dell’innovazione proposta dalle istituzioni finanziarie. Inoltre differenze sono state rilevate nel significato dato all’ “innovazione finanziaria” anche tra diverse aree di business (es. pagamenti, credito al consumo, wealth management, ecc.) e cluster di clientela (retail, private, imprese, ecc.).

Innovazione, quindi, non significa solo ideare, progettare e lanciare sul mercato qualcosa di “nuovo”, sia esso un nuovo prodotto, servizio, processo, ecc., ma è fondamentale che l’innovazione stessa sia percepita come portatore “di valore” dai clienti e/o stakeholders.

L’innovazione è un concetto che spesso è associato ai brand delle grandi aziende tecnologiche (GAFA – Google, Amazon, Facebook, Apple) o alle start-up. Ma anche in settori tradizionali, come quello bancario, assicurativo e finanziario, sono presenti aziende che hanno l’innovazione come valore portante del loro brand. “Non parliamo ovviamente solo delle start-up Fintech”, specifica Spaccavento.

Il punto di partenza è quello di definire il pubblico di riferimento, una strategia e un piano di comunicazione dell’innovazione. Ma spesso si comunica l’innovazione in modo poco efficace se non addirittura commettendo degli errori e questo può risultare un vero e proprio “boomerang” per le aziende.

“Comunicare l’innovazione non è semplice. Comunicare l’innovazione nel settore bancario, assicurativo e finanziario può essere ancora più difficile data la complessità della materia.” continua Spaccavento “La diffusione dell’innovazione è strettamente correlata all’efficacia della relativa comunicazione. Comunicare in modo efficace significa trasmettere il corretto messaggio al destinatario in modo da poter essere facilmente compreso e ricordato. L’obiettivo principale della comunicazione dell’innovazione essendo riferita ad un “nuovo” servizio/prodotto/processo, ecc. è quello di spiegare l’innovazione stessa in termini di valore, vantaggi, utilità, funzionalità e modalità di adozione. Inoltre messaggi e linguaggi vanno differenziati anche in funzione della fase di adozione dell’innovazione nel mercato e per i diversi cluster di clienti (innovatori, early adopter, ecc.). È fondamentale, quindi, la capacità di engagement e di call-to-action della comunicazione dell’innovazione”.

I canali comunicativi sono in grado di amplificare esponenzialmente la diffusione dell’innovazione, ma se il messaggio e la scelta del mezzo non sono corretti il rischio è di non riuscire a portare al successo un’innovazione, anche se utile/di valore e sulla quale si è investito molto nella fase di ideazione, progettazione ed esecuzione.

Brand Innovation, quindi, non significa solo come si innova il Brand, ma soprattutto come collegare l’innovazione al brand per ispirare il cambiamento.

La condivisione della conoscenza relativa all’innovazione tra gli stakeholder risulta pertanto un passaggio chiave. Se coinvolti, gli stakeholder possono fornire un contributo fondamentale per migliorare l’efficacia della comunicazione dell’innovazione.

L’innovazione va quindi "divulgata" e questo rientra nella missione di AIFIn.

“Uno degli obiettivi delle attività di AIFIn per il 2021 è proprio quello di lavorare sulla comunicazione dell’innovazione e sull’importanza della “brand innovation” nel settore bancario, assicurativo e finanziario”, dichiara infine Spaccavento.

A supporto di tale obiettivo è stato lanciato il sito www.financialinnovation.it in collaborazione con MarketLab – Financial Marketing & Research – e con alcuni partner (agenzie di social media, giornalisti, ecc.) per supportare le istituzioni finanziarie e le aziende del settore a comunicare meglio la loro capacità di innovazione. 

« Torna all'archivio delle news